Home Page
Software e-commerce
Caratteristiche
Quanto Costa
Confronto Versioni
I vostri siti
Chi siamo
Demo
News
Diventa Partner
"La nostra applicazione ti consente di creare, gestire e mantenere un negozio virtuale con la semplicità e la velocità di un click del mouse, senza che sia richiesta alcuna specifica conoscenza informatica..."
Contattaci per una demo Gratuita

Torna Indietro  

2007 Crescono gli utenti di Internet
07/12/2007 - Censis : i frequentatori della Rete sono il 45,3% della popolazione

Secondo il Rapporto Censis 2007 i frequentatori della Rete sono il 45,3% della popolazione
Prevalgono i laureati e i giovani, tra gli anziani il tasso di penetrazione è dell'11,7%

 

La diffusione della banda larga ha moltiplicato con grande rapidità il numero degli utenti di Internet: secondo il 41° Rapporto sulla situazione sociale del Paese del Censis nel 2007 gli utenti della Rete hanno raggiunto una quota pari al 45,3 per cento della popolazione. Prendendo in considerazione solo gli utenti abituali, quelli cioè che si connettono almeno tre volte alla settimana, si è passati dal 28,5 per cento del 2006 al 38,3 del 2007. Per i giovani l'indice di penetrazione è del 68,3 per cento, per le persone di età compresa tra i 18 e i 29 annui il tasso sfiora l'80 per cento. Mentre gli anziani che navigano in Rete sono solo l'11,7 per cento della popolazione.

La linea di demarcazione tra internauti e non, osserva il Censis, è quella dei 35 anni: fino a tale età il tasso di diffusione è del 76 per cento, dopo crolla al 31 per cento per tutta la popolazione con più di 31 anni. Tuttavia ci sono anche rilevanti differenze per titolo di studio: sono utenti di Internet praticamente tutti i laureati residenti del Centro-Nord e il 68,3 per cento dei laureati residenti nelle regioni meridionali e insulari. Tra i diplomati il tasso di diffusione è del 60,3 per cento.

Tra le nuove tecnologie però la parte del leone è ancora permanente prerogativa del telefono cellulare, che ha un indice di penetrazione complessiva pari all'86,4 per cento della popolazione. Il videofonino è appannaggio del 9,3 per cento degli utenti. A testimonianza dei progressi della rivoluzione digitale in atto, crescono sia l'uso della televisione satellitare, che raggiunge il 27,3 per cento, che il digitale terrestre, a quota 13,4 per cento.

Se qualcuno però paventa con la diffusione dei nuovi mezzi di comunicazione l'abbandono di quelli tradizionali, si sbaglia. Al contrario, rileva il Censis, "l'integrazione tra i media ne incrementa l'uso, coinvolgendo in questo aumento d'attenzione anche quelli tradizionali".

Quindi, per esempio, sui giornali, la free press e i quotidiani on line non hanno sottratto lettori alla stampa tradizionale, ma hanno invece allargato la platea dei lettori. Nel 2007 è entrato in contatto con la stampa d'informazione quotidiana il 79,1 per cento degli italiani. Di questi, l'84,7 per cento ha letto i giornali, il 43,9 per cento ha letto la free press e il 26,7 per cento ha frequentato i siti on line dei quotidiani. Il totale delle percentuali non fa vento perché a un 30 per cento di lettori che si limita ai quotidiani a pagamento si aggiunge un altro 30 per cento che legge sia quelli acquistati all'edicola che la free press, un 11 per cento che legge quelli a pagamento e quelli on line e un 13 per cento che legge tutti e tre i tipi.

Non solo: a sorpresa, nel 2007 è cresciuto anche il popolo dei lettori di libri, che ha raggiunto il 59,4 per cento della popolazione rispetto al 55,3 del 2006. Notevole l'aumento dei lettori abituali, cioè di coloro che hanno letto almeno tre libri, passati dal 39,4 per cento dell'anno scorso al 52,9 per cento. Diminuisce però leggermente l'indice di lettura dei giovani (pur sempre però al 71,1 per cento).


Torna Indietro  

 
X-commerce © Copyright Advexi srl. - P.IVA 07779980635 - REA 658822
All rights Reserved. Leggi info sul trattamento dei dati personali Privacy.